STATUTO



ART. I    DISPOSIZIONI GENERALI

L’Associazione Il leggìo del mare, costituita ai sensi dell’art.39 della Costituzione Italiana ha sede in Roma Ostia Lido.

 

ART. 2  -  SEDE

La sede è in Ostia Lido, presso lo stabilimento balneare Venezia, Lungomare  Amerigo Vespucci 6/8

 

ART.3 – DURATA

La durata è illimitata.

 

ART.4  - SCOPI

L’associazione è senza fini di lucro, aconfessionale ed apolitica, ha per scopi  principali:

1) offrire al territorio di Ostia un luogo di riunioni culturali in cui si possano incontrare scrittori, poeti, saggisti e artisti, leggere e conoscere le loro opere;

2) consentire la partecipazione di tutti , gente comune, giovani e non, professionisti e non;

3) costituire un laboratorio teatrale giovanile, di studenti ed ex studenti liceali, che attraverso l’esperienza della recitazione esprimano se stessi e completino la loro formazione;

4) organizzare tavole rotonde, serate musicali, piccole mostre d’arte figurativa, anche in concomitanza di eventi sul territorio;

5) stimolare la diffusione della cultura, in particolare letteraria e artistica, in  collaborazione con le altre strutture culturali, incluse quelle scolastiche, di Ostia e del litorale romano.

 

Da tali scopi ne conseguono altri:

A – assicurare un adeguato e costante miglioramento delle relazioni tra gli associati organizzando incontri, riunioni e conviviali;

B – promuovere un sempre più alto livello etico-professionale e morale degli associati;

C – promuovere l’esame di questioni relative agli aspetti culturali legati alla letteratura e all’arte;

D – promuovere e sostenere la creatività letteraria e artistica di quanti si cimentano nella scrittura e nell’arte;

E – diffondere notizie tra gli associati e mantenerli informati circa l’attività dell’associazione;

F – collaborare con gli enti che abbiano obiettivi in tutto o in parte simili;

G – creare eventuali premi, riconoscimenti o borse di studio per i giovani che si distinguano , sul territorio, in campo letterario o artistico.

Per il raggiungimento dello scopo sociale l’associazione potrà compiere tutte le operazioni commerciali, mobiliari, immobiliari e finanziarie, ritenute necessarie o utili dal Consiglio direttivo, e, al solo fine del conseguimento degli scopi associativi, accettare lasciti, contributi, donazioni, stipulare contratti con Enti pubblici e privati per l’esercizio dell’attività associativa, compiere operazioni bancarie, attive e passive,produrre e far produrre per la vendita, materiale divulgativo e propagandistico,  delle in iziative associative, stipulare accordi normativi ed economici.

 

ART. 5  -  SOCI 

Sono soci Fondatori coloro i quali sono intervenuti nell’atto costitutivo.

Sono soci ordinari coloro i quali sono ammessi all’Associazione.

Sono soci benemeriti quelli tra i soci che acquisiscono tale qualificazione perché contribuiscono alla vita associativa con un versamento almeno triplo di quello previsto per il socio ordinario.

Possono acquisire la qualità di soci tutti coloro che si iscrivono all’Associazione.

  

ART. 6 – AMMISSIONE DEL SOCIO

L’ammissione dei soci avviene mediante il versamento di una quota sociale annuale la cui entità viene stabilita dal consiglio direttivo.

 

ART: 7_ CESSAZIONE E RECESSO DALLA QUALITA’ DI SOCIO

Il rapporto associativo cessa per dimissioni del socio; il socio viene considerato dimissionario quando senza giustificato motivo ritardi il pagamento della quota sociale stabilita dal consiglio direttivo, decorsi trenta giorni dall’opportuno sollecito inviato dalla segreteria.

 

ART. 8 DOVERE DEI SOCI

I soci si impegnano a versare la quota annuale  fissata dal Consiglio direttivo. Eventuali spese straordinarie dovranno essere approvate dal Consiglio direttivo stesso. I soci si impegnano altresì all’accettazione formale ed al rispetto delle delibere assunte dal consiglio direttivo e da esso emanate.

 

ART. 9.  ORGANI DELL’ASSOCIAZIONE

Qualunque carica sociale è completamente gratuita e rieleggibile.

  

ART. 10  ASSEMBLEA GENERALE

L’assemblea, costituita dagli Associati in regola con il versamento annuale deve essere convocata dal Presidente, con preavviso di almeno quindici giorni prima, almeno una volta l’anno per la presentazione della relazione del Consiglio direttivo, per l’approvazione del bilancio e, ogni tre anni, per la nomina delle cariche sociali.

Quando  sia fatta richiesta di convocazione di assemblea dai soci, il presidente è tenuto alla convocazione di essa entro trenta giorni. In caso di impossibilità del presidente, provvederà un vice presidente all’uopo delegato.

L’assemblea è valida mente costituita se in prima convocazione c’è la presenza di almeno un terzo dei soci iscritti e delibera a maggioranza semplice dei presenti.

Solo in caso di modifiche statutarie è necessario il voto favorevole di metà più uno degli Associati.

L’assemblea è presieduta dal Presidente assistito dal segretario, salvo allorché venga convocata per il rinnovo delle cariche, in tal caso il presidente e il segratrio saranno eletti direttamente dai presenti.

Ogni socio potrà rappresentare per delega scritta un solo altro socio ed esprimere una sola preferenza.Saranno eletti i candidati che avranno raggiunto il maggior numero di preferenze.L’assemblea approva il bilancio preventivo e consuntivo, nonché l’operato del consiglio direttivo e la sua conformità agli organi statutari.

 

ART. 11 CONSIGLIO DIRETTIVO

Il Consiglio direttivo è composto da sette o undici membri e viene eletto dall’Assemblea dei soci, dura in carica un biennio e i membri potranno essere rieletti.

 

ART.12  COMPITI DEL CONSIGLIO DIRETTIVO

Al Consiglio direttivo, presieduto dal Presidente o dal vicepresidente, spettano in particolare:

A – la realizzazione delle finalità associative;

B – l’ammissione e la proposta di esclusione dei soci;

C – la determinazione delle quote associative annue;

D – la programmazione e calendarizzazione delle attività dell’Associazione;

E – la proposizione all’Assemblea dello scioglimento dell’Associazione;

 

ART. 13  IL PRESIDENTE

E’ un membro del consiglio direttivo, ha la firma sociale, la rappresentanza dell’Associazione di fronte a terzi e ne cura in giudizio il raggiungimento degli scopi sociali, la realizzazione delle delibere del Consiglio direttivo che convoca secondo le modalità stabilite; nomina un segretario tra i componenti del consiglio e un tesoriere. Unitamente a quest’ultimo,predispone il bilancio che presenta al Consiglio direttivo, il quale lo proporrà all’assemblea dei soci per l’approvazione finale.

  

ART. 14 IL SEGRETARIO

Il segretario viene nominato dal presidente ed esplica atti di ordinaria amministrazione, compresa la spedizione di inviti e di posta varia, sovrintende al funzionamento amministrativo dell’Associazione ed esplica le funzioni di convocazione dell’assemblea, provvedendo all’eventuale compilazione dei verbali dell’assemblea e del Consiglio direttivo.

 

ART. 15  IL TESORIERE

Il tesoriere cura la riscossione delle quote di iscrizione, provvede alle spese deliberate dal Consiglio, decide autonomamente su quelle di ordinaria amministrazione, compie tutti gli atti necessari alla conservazione e all’accrescimento del patrimonio dell’Associazione, predisponendo il consuntivo annuale.

 

ART. 16  ELEZIONE DEL PRESIDENTE, DEL VICEPRESIDENTE E DEL TESORIERE.

Viene eletto presidente il membro del Consiglio direttivo che nelle votazioni abbia riportato un numero di voti corrispondente almeno alla maggioranza dei componenti in carica nel Consiglio direttivo. Se nessuno dei candidati raggiunge la maggioranza, si procederà al ballottaggio tra i due candidati che abbiano riportato il maggior numero dei voti.

La stessa procedura sarà adottata per l’elezione del vicepresidente e del tesoriere.

 

ART. 17 RAPPRESENTANZA

Al Presidente spetta la rappresentanza legale dell’Associazione medesima.

 

ART. 18 IL PATRIMONIO

Il patrimonio dell’Associazione è costituito dalle quote di iscrizione, da contributi, dai proventi di iniziative, da lasciti e donazioni, da beni di uso associativo acquistati per il raggiungimento dei fini proposti.

 

ART. 19 ESERCIZIO SOCIALE

Tutte le cariche sono gratuite e non sono previste erogazioni neppure sotto forma di rimborsi spese, fatta eccezioneper quelle documentate come strettamente necessarie per l’attività di segreteria.

 

ART. 20  DURATA DELL’ESERCIZIO SOCIALE.

L’esercizio sociale va dal 1 ottobre al 30 settembre di ogni anno.

Alla fine dell’esercizio sociale il Consiglio direttivo provvede alla redazione del Bilancio sociale nelle forme di legge e con criteri di oculata prudenza.

I residui attivi del bilancio saranno destinati al fondo di riserva ordinaria e straordinaria, che potranno sempre per il raggiungimento dei fini dell’associazione.

 

ART. 21  SOCI FONDATORI

I soci fondatori, solo per il primo biennio eleggono il Consiglio direttivo il presidente e le altre cariche annuali indicandole contestualmente.

 

ART.22 REGOLE GENERALI

Per tutto quanto non previsto dal presente statuto, si richiama-ove non espressamente derogata- la normativa di cui all’art. 12.